Niente straordinari, slitta la proclamazione di Crocetta

Al personale dei tribunali non viene pagato lo stipendio per i giorni di lavoro in più. Il neo governatore doveva essere proclamato domani, adesso si parla di venerdì. I ritardi riguardano anche i neo deputati eletti all'Assemblea regionale siciliana

PALERMO. Il neo governatore della Sicilia Rosario Crocetta dovrà attendere qualche giorno in più per la proclamazione. In Corte d'appello la verifica dei voti procede a rilento poiché al personale dei tribunali non viene pagato lo straordinario e l'attività di controllo elettorale viene svolta durante il normale turno di lavoro. Ciò sta provocando un allungamento dei tempi.
La proclamazione era prevista per domani, adesso si parla di venerdì. I ritardi riguardano anche i neo deputati eletti all'Assemblea regionale siciliana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati