Pedofilia, Di Noto: "Ogni anno settantamila vittime, ma la politica ignora il problema"

CATANZARO. «Settantamila bambini ogni anno  vengono molestati, abusati o violentati in Italia, senza  distinzione di sesso o di censo, ma a gran parte della politica  questo fatto non riguarda». Lo affermano in una nota congiunta  il giornalista Mario Campanella ed il Presidente di Meter, don  Fortunato Di Noto, autori di un libro sulla pedofilia.  Campanella e don Di Noto hanno chiesto ed ottenuto dalla Lega  Calcio che una giornata del campionato di serie A, fissata per  il 25 novembre, sarà contro la pedofilia.     «Grazie all'intervento autorevole del Presidente della  Camera Gianfranco Fini - aggiungono -  e del Presidente della  Lega Calcio, Maurizio Beretta, la XIIII giornata del campionato  di calcio di serie A sarà dedicata alla lotta contro la  pedofilia e sarà spalmata su quattro giorni, dal 24 al 27  novembre. La Lega Calcio ha realizzato a proprie spese gli  striscioni che campeggeranno su tutti gli stadi con la scritta  'la pedofilia è un crimine-sostieni Meter»'.     «Meter rischia di chiudere per mancanza di fondi - aggiunge  Campanella - mentre la nostra associazione Peter Pan, che  raccoglie denunce, è appena partita. Fini ha dimostrato di  ascoltare un mondo che per la politica non è mai esistito e che  difende e tutela migliaia di bambini. Un mondo che fa parte del  terzo settore e di cui Don Fortunato è il testimone più  autorevole e che dovrebbe contaminare positivamente i partiti, i  movimenti politici».     «Regioni e Province, tranne alcuni casi, non danno -  conclude Campanella - contributi ai movimenti che si battono per  il recupero dei bambini : il caso siciliano è emblematico e  voglio sperare che il presidente Crocetta agisca in maniera  discontinua rispetto al suo predecessore nei confronti di  Meter». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati