La corsa alla formazione della nuova giunta: le candidature

Udc e Pd avanzano candidature per la presidenza dell’Ars. Fra le correnti dei democratici è già scattata la corsa per un posto in giunta. E sul governatore appena eletto arriva anche il pressing dei rutelliani e del movimento Territorio

Sicilia, Politica

PALERMO. Udc e Pd avanzano candidature per la presidenza dell’Ars. Fra le correnti dei democratici è già scattata la corsa per un posto in giunta. E sul governatore appena eletto arriva anche il pressing dei rutelliani e del movimento Territorio che si appresta a diventare gruppo autonomo in Parlamento reclamando un ruolo di primo piano. A 24 ore dall’elezione, la votazione sulla presidenza dell’Ars sarà il vero test per verificare se il cammino di Crocetta sarà denso di ostacoli o se le difficoltà inizieranno presto a diminuire.

L’Udc ha pronta la candidatura alla presidenza dell’Ars di Giovanni Ardizzone, ma nei centristi proverà a giocarsi la partita anche Lino Leanza, l’ex numero due dell’Mpa passato alla corte di Casini. Più probabile però che all’opposizione vengano lasciate le due vicepresidenze dell’Ars: già si fa avanti Francesco Scoma del Pdl mentre l’Mpa potrebbe provare a piazzare Nicola D’Agostino. L’Udc potrebbe optare per la vicepresidenza della Regione con Antonello Cracolici.

Nella formazione della giunta, Luigi Cocilovo dovrebbe essere l’unica certezza, in quota D’Antoni. Beppe Lumia aspira alla vicepresidenza. Punta a entrare in giunta anche Mirello Crisafulli, area Bersani. L’area ex margheritina dovrebbe invece indicare il messinese Franco Rinaldi, forte di 18.664 voti appena conquistati. Ieri Crocetta ha confermato che Lucia Borsellino guiderà l’assessorato alla Sanità.

Un servizio sul Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati