Niscemi, in via suor Celeste allarme degrado e abusivismo

È stata interrotta la condotta fognaria di un intero condominio, oltre ad avere recintato e adibito a parcheggio privato un’area comunale

NISCEMI. Abusivismo dilagante ed episodi malavitosi rendono invivibile l’arteria cittadina di Via suor Celeste Meazza. È stata interrotta la condotta fognaria di un intero condominio, oltre ad avere recintato e adibito a parcheggio privato un’area comunale. A denunciare lo stato di degrado del rione è Alfonso Fidone, è uno dei residenti che non può più usufruire della condotta fognaria. Chiede il ripristino della legalità e delle condizioni di vivibilità nelle aree urbane.

«Da anni la condotta fognaria che serve la mia abitazione risulta ostruita e interrotta – accusa Fidone – Ho segnalato l’abuso alle forze dell’ordine, indicando anche il nome del cittadino che ha commesso il reato. Lo stesso che utilizza illegittimamente un’area comunale, recintandola e utilizzandola a parcheggio privato di mezzi pesanti.

In via Suor Celeste Meazza vengono effettuate riparazioni anche di mezzi pesanti spesso parcheggiati con il motore acceso sotto la mia abitazione. Alcuni membri della mia famiglia, affetti da gravi condizioni di salute con disagi psico-motori, devono respirare gli scarichi dei mezzi pesanti e non possono usufruire della fogna che lo stesso cittadino si è allacciato abusivamente». La diatriba tra i due residenti andrebbe avanti ormai da parecchi anni. Sulla stessa, a detta di Alfonso Fidone «il Tar è intervenuto contro i residenti abusivi, ma la situazione rimane immutata».


LU. MA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati