Condannato collaboratore di giustizia di Niscemi

Sei anni e 10 mesi di reclusione a Gaetano Abaco, accusato di una serie di reati che vanno dal sequestro di persona, violenza privata, estorsione, tentata estorsione e rapina

CALTANISSETTA. Il gup di Ascoli Rita De Angelis ha condannato a sei anni e 10 mesi di reclusione Gaetano Abaco, collaboratore di giustizia 40nne di Niscemi (Caltanissetta) accusato di una serie di reati che vanno dal sequestro di persona, violenza privata, estorsione, tentata estorsione e rapina. Per gli stessi reati, su richiesta del pm Carmine Pirozzoli, sono stati rinviati a giudizio Davide Di Palma, 37 anni, di Chieti e Marco Bucciarelli, 48 anni, di Ripa teatina (Chieti). 

Assolto invece Concetto Sparatore, siciliano di 54 anni residente a San Benedetto, accusato solo di estorsione. Sparatore e Abaco sono stati giudicati con rito abbreviato in sede di udienza preliminare. Non hanno chiesto riti alternativi gli altri due imputati andati a processo.  I fatti risalgono al periodo che va fra la fine del 2008 e i primi mesi del 2009. Tra giugno e luglio del 2009 Abaco, Bucciarelli e Di Palma avrebbero tentato di farsi consegnare da un ascolano 50.000 euro con minacce di tagliargli le dita. Successivamente tornarono alla carica prima minacciando di buttare fuori da una finestra un uomo, poi sequestrarono un'altra persona in un centro commerciale costringendola a seguirli in un appartamento picchiandola e minacciandola per farsi consegnare 2.000 euro. Si impossessarono anche di una catenina e altri oggetti preziosi, di 500 euro e di un'auto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati