Niente scorribande notturne in auto Autovelox in agguato anche col buio

Telecamere accese nei weekend. I controlli viaggeranno paralleli a quelli già in corso nel cosiddetto «Progetto Sicurezza»

CALTANISSETTA. Autovelox anche di notte nei fine settimana e in quattro fra le arterie cittadine a più alto rischio. Impegnata da mesi a frenare i bollenti spiriti degli automobilisti nisseni, la polizia municipale annuncia l'ulteriore giro di vite estendendo l'utilizzo della speciale apparecchiatura anche in momenti inusuali e diversi comunque dalle fasce orarie tradizionali. I controlli viaggeranno paralleli a quelli già in corso contemplati nel cosiddetto «Progetto Sicurezza» pure attuati nel fine settimana.
L'ufficio mobile della polizia municipale verrà posizionato nelle quattro arterie a più alta densità autoveicolare del capoluogo monitorate da tempo. Sono viale Monaco, via Due Fontane e viale Candura (dove vige il limite di 50 kmh) e viale Costa dove tale limite è stato elevato a 60 chilometri orari. La strada più «attenzionata» sarà comunque il viale Monaco dove ogni precedente record di infrazioni quest'anno è stato letteralmente polverizzato, nonostante la presenza ormai costante dell'autovelox. Il tratto di viale Monaco compreso fra la rotatoria di Sant'Elia e il bar in prossimità dell'incrocio con l'ospedale è proprio quello costantemente percorso dai mezzi di soccorso del 118 la cui base operativa sorge all'interno del plesso ospedaliero. Arteria ad alto rischio dove, per contro, automobilisti parecchio indisciplinati sono stati «immortalati» mentre sfrecciavano ben oltre i limiti e qualcuno addirittura sfiorando i cento chilometri orari, facendo così assurgere la strada ad una pista. Le multe e i ritiri di patente non sono bastati a limitare il fenomeno anzi le segnalazioni arrivate al comando di polizia mnunicipale parlano esplicitamente di spericolate scorribande notturne. In questa ottica l'ufficio ha deciso di correre ai ripari estendendo l'utilizzo anche la notte con servizio che probabilmente partirà nel fine settimana. Negli uffici di via De Gasperi è comunque già tempo di bilanci. Dalla primavera in poi il superamento dei limiti di velocità nelle quattro arterie in questione ha provocato un'autentica ondata di verbali (più di mille) e la decurtazione di centinaia di punti da varie patenti di guida. I verbali sono già in via di notifica e stanno comunque suscitando valanghe di ricorsi. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati