Sicilia, Tempo libero

Il dettaglio rock che ti fa chic Scatta la stagione delle borchie

Prima era un distintivo punk, adesso si trova in molti guardaroba ed è spesso abbinato agli strass. I consigli: l’importante è non esagerare

PALERMO. Per anni sono state il segno distintivo di punk e rockettari. Le donne più classiche non avrebbero mai nemmeno pensato di indossarle. Ma la moda, si sa, va e viene e soprattutto si trasforma. E quando un dettaglio viene sdoganato, il passo verso la tendenza è breve. Proprio come è accaduto, negli ultimi anni, alle borchie. Entrate pian piano nel mondo della moda, su accessori di qualche stilista più alternativo, sono arrivate ad «impossessarsi» dei guardaroba di tutte.
Oggi di accessori, scarpe, borse, giubbini e abiti tempestati di borchie ce ne sono per tutti i gusti. E tutti i brand hanno cavalcato il trend. Persino Miu Miu, marchio tra i più candidi e bon ton della moda italiana, ha realizzato intere collezioni tempestate da borchie con l'aggiunta di deliziosi strass. Da citare la linea in edizione limitata lanciata in occasione di San Valentino e andata a ruba in pochi mesi: era composta da borse, portachiavi, porta iPad e iPhone, piccoli portamonete a forma di cuore. Il tutto in pregiata pelle decorata da luminose pietre Swarovski e tante, tantissime borchie dorate. Di borse impreziosite da borchie potremmo, però, citarne veramente tante, cominciando dalla capostipite, la Mini Rocco Duffle di Alexander Wang con borchie dorate nella base, e finendo alla Rock Bag di Yves Saint Laurent, passando per shopping bag e clutch di Valentino, Alexander Mc Queen, Prada e persino Louis Vuitton.
Non solo borse, però. Perché di accessori con le borchie, come detto, ce ne sono davvero tantissimi. Dai bracciali alle collane, dagli orecchini - piccole borchie dorate quelli di Elisabetta Franchi - alle cinture, fino alle cover per i cellulare - iPhone in testa - come quelle realizzate dal brand emiliano Seconda Base. Per finire, ovviamente, con le scarpe. Le regine sono certamente quelle di Christian Louboutin che di borchie ha letteralmente ricoperto pump, stiletto, ballerine, stivali e persino mocassini. Sulla stessa lunghezza d'onda Jimmy Choo, Manolo Blahnik, Valentino, per citare nomi noti della moda. Non mancano, però, le alternative low cost. I colossi H&M e Zara hanno, infatti, proposto per il prossimo inverno moltissime collezioni dal sapore rock, perfetto per il giorno, ma anche per la sera, a prezzi alla portata di tutte.
Un capo tempestato di borchie, però, può non piacere a tutti e può anche essere considerato un po' troppo «strong». In realtà non lo è se le borchie vengono mixate a stili più classici. La regola, come per tutte le tendenze, è non esagerare. Inutile acquistare tantissimi capi pieni di borchie: la moda cambia e domani potrebbero annoiare. Il consiglio è quindi di non riempire il guardaroba, comprare pochi pezzi e mixarli nel modo migliore. Quale? Basta un tubino nero, dal taglio classico e bon ton, abbinato ad un paio di pump borchiate, magari solo sul tacco o sulla zeppa. O un pantalone skinny, abbinato ad una maglia oversize, comoda e calda e ai piedi un paio di sneaker stile Converse, dall'effetto sporco e vissuto, impreziosite da tante piccole borchie oro. O ancora, gonna dal taglio classico, pump o tronchetti ai piedi e una cintura alta in vita, borchiata ovviamente, che si fa notare senza essere troppo. Un modo per non apparire dark, ma per giocare ad essere rock e chic nello stesso tempo. Del resto, anche un solo accessorio può bastare. Sta bene su tutto e fa la differenza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati