Cioccolato di qualità in Sicilia Quello di Modica il più amato

Il prodotto tipico della provincia di Ragusa, esportato in tutto il mondo. Il presidente del Consorzio di tutela: ora in arrivo anche il marchio Igp dall’Ue

L'approvazione da parte del Parlamento europeo del «pacchetto qualità» apre la porta al riconoscimento Igp per il cioccolato di Modica. Il marchio (indicazione geografica protetta) viene attribuito dall'Ue a quei prodotti agricoli e alimentari la cui qualità dipende dall'origine geografica e la cui produzione, avviene in un'area determinata. I produttori dovranno così attenersi a rigide regole previste nel disciplinare di produzione. Un organismo di controllo garantirà il rispetto di tali regole.
Nel corso di una seduta d'aula della Commissione Agricoltura, è stato votato il regolamento del «pacchetto» che introduce nuove misure sui regimi di qualità dei prodotti agricoli: più snelle ora le procedure per la richiesta dei marchi di qualità e possibilità di includere nella lista altri prodotti tra cui il cioccolato modicano.
Dopo oltre due anni, dunque, l’iter sta per completarsi. «La norma – spiega il presidente del Consorzio di tutela, Nino Scivoletto - deve essere ora pubblicata nella Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore dopo 15 giorni. Nel contempo dovrà essere elaborato un “dossier” che prevede la modifica dello statuto del Consorzio, la redazione del nuovo disciplinare, la scelta del marchio che insieme a quello europeo connoterà il prodotto». Il cioccolato di Modica, dunque, avrà un altro attestato di qualità. «Il marchio - sottolinea il presidente del Consorzio - rappresenta un meritato premio alla capacità di tanti artigiani che a partire dal 1746 hanno continuato a produrre un cioccolato che registra un grande apprezzamento nei consumatori di tutto il mondo». Il cioccolato di Modica, lavorato così come facevano gli Aztechi ai tempi dei Conquistadores spagnoli, può essere definito un «cioccolato a freddo». In questa lavorazione, il cacao non passa nella fase del concaggio: la massa di cacao è lavorata a 40 gradi con aggiunta di zucchero semolato che, poichè non riesce a sciogliersi, conferisce al cioccolato il caratteristico aspetto «ruvido» ed una consistenza granulosa. Il colore della tavoletta è marrone, l’aroma è di cacao tostato con note un po’ astringenti. Può essere aromatizzato con cannella o vaniglia, anche se lo si può trovare agli agrumi o al peperoncino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati