La Regione approva la long list, “arruolati” 209 esterni

Valuteranno i progetti finanziati con risorse dell'Unione europea, il loro compenso sarà di 200 euro al giorno

PALERMO. Sono 209 gli 'esterni' appena inseriti in una graduatoria approvata dalla Regione siciliana che ha deciso di "arruolare" questo personale da impegnare nella valutazione di progetti finanziati con risorse dell'Unione europea, in particolare quelli relativi al Fondo sociale europeo (Fse).
La long list è collegata a un decreto firmato dal capo del dipartimento formazione, Ludovico Albert, che ha diramato il nuovo provvedimento allargando la platea dei cosiddetti "valutatori": un anno fa, quando era stato pubblicato il primo decreto, i valutatori erano 190, adesso sono 209. Il contratto prevede un compenso di 200 euro lordi al giorno per un minimo di 4 ore di lavoro, la cifra sale a 250 euro qualora la residenza del "valutatore" disti più di 250 Km dal luogo di lavoro.
Nel decreto non si fa riferimento alla durata del contratto. Il pagamento sarà corrisposto dopo la consegna dei progetti valutati e "sarà effettuato dietro presentazione di una time card con la descrizione dell'attività realizzata e l'indicazione delle sedute effettuate". Il ricorso a "competenze specialistiche", secondo quanto si legge nel decreto, è reso necessario perché "il personale amministrativo regionale in dotazione dei dipartimenti titolari della programmazione e gestione del Po Fse risulta sottodimensionato rispetto alle esigenze di soddisfare, nei tempi prescritti dalla programmazione comunitaria".
Non è la prima volta che la Regione fa ricorso a consulenti esterni, nonostante abbia in organico oltre 16 mila dipendenti e 1.800 dirigenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati