Antenna Sicilia, lavoratori in assemblea permanente

CATANIA. I lavoratori della Sige, società proprietaria di Antenna Sicilia, sono in "assemblea permanente" per "fare valere il loro diritto a negoziare sul proprio destino" nella vertenza in atto nell'emittente televisiva che ha annunciato un esubero d'organico. Lo rendo noto le segreterie provinciali Slc Cgil e Fistel Cisl. "Pur consapevoli della grave crisi che sta attraversando il settore dell'emittenza dovuta al passaggio al digitale terrestre - si legge in una nota - riteniamo inaccettabile l'intransigenza mostrata dalla proprietà al tavolo negoziale e la totale chiusura rispetto alla proposta alternativa ai licenziamenti avanzata dal sindacato, che ha proposto di utilizzare i contratti di solidarietà con riduzione a partire dal 30% delle ore di lavoro". "I lavoratori - aggiungono i sindacati - non intendono pagare da soli i costi e sbagli che sono imputabili a un management e a una proprietà miope e insensibile fino al punto di voler mettere sulla strada o sul lastrico le professionalità che hanno contribuito alla crescita del gruppo Ciancio". Cgil e Cisl auspicano che "le istituzioni intervengano e l'azienda riprenda a ragionare", ritenendo che "una soluzione é sempre possibile, a condizione che i sacrifici non siano scaricati tutti sui lavoratori". "Anche la Regione Siciliana, così come è stato fatto in quasi tutta Italia - conclude la nota sindacale - ha l'obbligo di intervenire a sostegno dell'informazione televisiva locale, dando sostegno e soluzioni adeguate ai lavoratori ed anche alle aziende".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati