Suzuki e la moto celebrativa

Suzuki raggiunge un altro importante traguardo migliorando il suo già ricco palmares: nel settembre 2012, infatti, la serie GSX-R ha raggiunto 1 milione di esemplari prodotti, consolidando il suo ruolo di Top Performer della categoria e di simbolo dell’universo a due ruote della casa giapponese.
Salire in sella a una GSX-R significa fin dal 1985, anno d’esordio della serie, provare le stesse emozioni dei piloti che gareggiano nelle principali competizioni motoristiche ed entrare in possesso di uno dei simboli della tradizione sportiva Suzuki, in grado di rivoluzionare sia il linguaggio delle corse che le emozioni della guida su strada.
Per festeggiare lo straordinario risultato commerciale, Suzuki ha realizzato una Limited Edition della GSX-R1000 che potrà contare sulle consuete doti meccaniche e tecniche della serie più sportiva made in Hamamatsu,distinguendosi per la nuova livrea creata ad hoc e per alcuni particolari esclusivi.
La moto celebrativa “1 Million” presenta infatti sulla carena a sfondo bianco una grafica speciale, che rivisita la classica colorazione Suzuki Racing, caratterizzata da una linea blu che si sviluppa sulla carena laterale, sul codino e sul serbatoio trasmettendo ancora di più una sensazione di velocità e dinamismo. Il logo celebrativo del milione di esemplari prodotti è in bella mostra sulla piastra superiore della forcella, mentre la colorazione rossa e oro arricchisce esteticamente alcuni particolari della forcella e degli steli. Il DNA sportivo della due ruote viene ulteriormente sottolineato dalla presenza della scritta in rosso “Brembo” sulle pinze monoblocco nere dei freni, dai cerchi personalizzabili con un profilo adesivo esclusivo e dalla molla rossa della sospensione posteriore, elementi che marcano ulteriormente la già forte identità della moto.
Se la GSX-R non dimentica l’importanza dell’aspetto estetico, con una linea aggressiva, tagliente e di design, il cuore pulsante di tutta la gamma è il potente motore quattro tempi, quattro cilindri con doppio albero a camme in testa e distribuzione a catena. In particolare il propulsore da 999 cm3 della GSXR1000 è la giusta combinazione di design, performance ed efficienza nei consumi, caratteristiche che hanno reso la serie una leggenda. I benefici principali permettono una migliore risposta in fase d’apertura del gas, con più potenza e accelerazione ai medi regimi, con una contemporanea riduzione dei consumi. Aspetto particolarmente importante nella realizzazione del motore è il trattamento al carburo di silicio (SCEM) dei cilindri, che oltre a ridurre gli attriti e aumentare la scorrevolezza, permette una maggior dissipazione del calore e una durata superiore del propulsore.
Altro elemento da sempre distintivo è la maneggevolezza di questa moto, ulteriormente migliorata grazie alla riduzione di peso che ha interessato le ultime versioni di tutta la serie, e l’ottimo bilanciamento che uniti alla possibilità di un controllo assoluto e preciso permette al pilota di ottenere maggiori performance sia in rettilineo che in curva. Come da tradizione Suzuki, il set-up permesso al motociclista è garantito dal sistema S-DMS, con selettore della modalità integrato alla ECM, che permette al pilota di scegliere, attraverso un semplice interruttore posto sul semimanubrio sinistro, una delle due mappature disponibili, regolando così l’iniezione e i sistemi della valvola secondaria.
Suzuki, da sempre all’avanguardia nelle innovazioni, assicura alti standard qualitativi anche per la sicurezza come conferma la presenza sulla GSX-R della frizione anti-saltellamento, un sistema di derivazione dalle moto da competizione, che riduce la pressione sui dischi della frizione in fase di decelerazione. Questo permette di scalare ed entrare in curva in modo più fluido, concentrandosi sulla frenata e sulla traiettoria.
Questa Limited Edition “1 Million” suggella ancora di più il successo della serie GSX-R che rimane l’unica e incontrastata “padrona della pista”, ma anche della strada.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati