Sicilia, Politica

Grillo sbarca in Sicilia: attraverserà lo Stretto a nuoto

Oggi, come annunciato, il leader del Movimento 5 Stelle proverà a raggiungere l'Isola dalla Calabria per dare il via al tour elettorale che per 17 giorni lo vedrà girare in camper

MESSINA. Beppe Grillo sbarca in Sicilia. A nuoto. Oggi, come annunciato, il comico traverserà lo Stretto di Messina a larghe bracciate, per raggiungere l'isola dalla Calabria e dare il via al tour elettorale che per 17 giorni lo vedrà girare in camper per promuovere il Movimento 5 Stelle e il candidato alla presidenza della Regione, Giancarlo Cancellieri.
"Arriverò dal Continente, a nuoto da Reggio Calabria a Messina - raccontava lo stesso Grillo sul suo blog il 14 settembre - Mi sto allenando ogni giorno a Nervi. Di tanto in tanto incontro un nuotatore e gli chiedo 'Si va di qua per La Spezia?'. Pochi hanno il senso dell'umorismo, alcuni mi danno anche delle indicazioni 'Si, ma è lontana' oppure 'No, di qua si va per San Remo' e mi guardano mentre mi allontano con delle poderose bracciate".
Al netto della ironia, metterà alla prova il fisico, Beppe Grillo, per i mari e le vie della Sicilia. Dopo la traversata dello Stretto, ha annunciato, raggiungerà i 35 Comuni in cui farà tappa "correndo come Forrest Gump".

Insieme alla traversata a nuovo, il comico genovese continuerà a correre e camminare. Tra le tappe del suo tour elettorale in Sicilia, infatti, Grillo farà un comizio dentro uno dei crateri Silvestri dell'Etna, un giro in canoa ad Acicastello, percorrerà Carini su un carretto siciliano e raggiungerà il centro di Catania attraversando i cunicoli sotterranei che dalla zona del monastero dei Benedettini conducono in piazza Duomo.

Il comico farà tappa nelle nove province, per toccare i "luoghi-simbolo dello spreco e della bellezza siciliana, deturpati dalla malapolitica". Siti archeologici, centri di turismo e paesaggi sfigurati da «cattedrali nel deserto», ma che potrebbero fare da volano per l'economia.
Domani, 11 ottobre, sarà alle Eolie, venerdì sull'Etna e domenica a Ragusa. Lunedì 15 a Siracusa, il leader solleverà il caso delle perforazioni dell'isola Ferdinandea per i giacimenti petroliferi. Il 23 è tappa a Niscemi, per dire no al «Muos». Stesso giorno sarà a Gela, sul lungomare, simbolo dello scempio degli arenili lungo le coste siciliane. Giorno 25 la carovana sarà a Palermo, in giro per i mercati storici.

Il tour si chiuderà davanti al Tribunale di Caltanissetta, città natale del candidato, dove insieme ad alcuni cittadini Cancelleri ha fondato «Scorta civica», un comitato a supporto dei magistrati minacciati dalla mafia.


© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati