Diaspora Udc, Candura lascia il partito

L’ex assessore regionale all’Industria è delusa per la scelta innaturale di sostenere Crocetta. Alcuni suoi amici sono pronti a seguirla

CALTANISSETTA. L’ex assessore regionale Giovanna Candura ha lasciato l’Udc di Pierferdinando Casini, ma non aderisce ad alcun partito.“Non è mia intenzione in atto aderire ad alcun partito, tantomeno – dice - in uno scenario che vede dissolversi tutti gli attuali partiti e vede la nascita di una nuove formazioni”.
Con Giovanna Caldura, nei prossimi giorni è prevista anche la fuoriuscita dal partito di Casini di altro esponenti di locali e provinciali. Dimissioni comunque non ancora ufficializzate.
Caldura lasciando l’Udc si è detta delusa per la scelta innaturale di sostenere Crocetta. «E’ stato per me inevitabile - dice - lasciare il partito di Casini e di Cesa. Il mio lunghissimo e mai rinnegato trascorso politico di persona di destra, radicata nei valori della famiglia e della solidarietà e nel cattolicesimo non mi poteva consentire di sostenere un candidato con una visione della vita e della politica diametralmente opposta alla mia. Sosterrò con impegno il candidato presidente Musumeci, con il quale ho condiviso un percorso politico durato oltre trent’anni e del quale ho avuto modo di sperimentare la competenza e l’onestà".
Un servizio nell'edizione di Caltanissetta del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati