Commissione Csm propone l'archiviazione per Scarpinato

Secondo la prima commissione non sussiste «alcun presupposto per iniziative consiliari». Le polemiche dopo le sue dichiarazioni per il ventennale della morte di Borsellino, dove definì alcune presenze imbarazzanti

CALTANISSETTA. La prima commissione del Csm ha deliberato a maggioranza (con 5 voti a 1) di proporre l'archiviazione della pratica riguardante il procuratore generale di Caltanissetta, Roberto Scarpinato, per le sue dichiarazioni rese durante la commemorazione di Paolo Borsellino, nel ventennale della strage di Via D'Amelio, il 19 luglio 2012.  Secondo la prima commissione non sussiste «alcun presupposto per iniziative consiliari».

Il sesto consigliere, pur concordando con la proposta di archiviazione, ha detto di voler presentare una relazione di minoranza con richiesta di trasmissione degli atti alla Quarta Commissione, per l'eventuale inserimento nel fascicolo personale. Il Csm aprì un fascicolo su Scarpinato per l'intervento pronunciato dal pg di Caltanissetta in occasione della cerimonia di commemorazione della strage di via D'Amelio, in cui aveva definito tra l'altro «imbarazzante» la presenza tra le autorità di «personaggi dal passato e dal presente equivoco» e la cui condotta «sembra essere la negazione» dei valori per i quali Paolo Borsellino è stato ucciso. A sostegno di Scarpinato si sono schierati centinaia di magistrati, con una lettera-appello firmata da oltre 400 toghe, ed anche l'Anm aveva criticato l'apertura della pratica nei confronti del pg.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati