San Cataldo si "sposa" con Teatri di Pietra

L’area, da tempo abbandonata, rivivrà attraverso recital, rappresentazioni teatrali e manifestazioni culturali

SAN CATALDO. San Cataldo entrerà a far parte dell'associazione «Teatri di Pietra». Lunedì si terrà l'assemblea dei comuni siciliani che aderiscono all'associazione culturale, alla presenza del sindaco di Castelvetrano Felice Errante, attuale presidente, verrà ufficializzato l'ingresso di San Cataldo, nel prestigioso circuito culturale.
A darne notizia è l'assessore con delega alla Cultura, Giuseppe Anzalone, il quale durante l'estate appena trascorsa, ha ospitato la rassegna teatrale di fama regionale nell'area archeologica di Vassallaggi, ottenendo un massiccio riscontro di pubblico. L'ingresso nell'associazione regionale Teatri di Pietra, servirà a valorizzare il sito archeologico di Vassallaggi, per troppo tempo dimenticato dalle precedenti amministrazioni, mediante recital, rappresentazioni teatrali e manifestazioni culturali che si terranno nell'area archeologica, che verrà messa in risalto dalle rappresentazioni.
Grande La soddisfazione dell'assessore Anzalone che ritiene l'ingresso di San Cataldo nell'importante circuito culturale Nazionale, come un'opportunità per la città, come unica realtà provinciale inserita, in una associazione prestigiosa, di mettersi in luce dal punto di vista culturale e nel contempo valorizzare il proprio territorio grazie alle rappresentazioni.
«Il nostro impegno per la promozione della cultura, comincia a dare i suoi buoni frutti - dichiara l'assessore Giuseppe Anzalone - il nostro ingresso nell'associazione Teatri di Pietra, come unico comune della provincia, ci aiuterà a continuare nel percorso già tracciato la scorsa estate, ed aiuterà l'area archeologica di Vassallaggi, per troppi anni dimenticata a tornare ad essere il fulcro della storia sancataldese.
Noi torneremo a valorizzare il sito, tramite azioni forti da un punto di vista culturale, mentre per la "rinascita" dell'area archeologica agiremo di concerto con la regione e la Soprintendenza ai beni Culturali ed Ambientali di Caltanissetta. Cultura e valorizzazione del territorio sono gli obiettivi che ci siamo prefissati durante la campagna elettorale - conclude Giuseppe Anzalone - siamo certi che il percorso intrapreso dall'amministrazione è quello giusto per trasmettere la cultura e valorizzare il nostro sito archeologico che è tra i ipiù antichi del territorio a rinascere a nuova vita».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati