Regione, firmato il patto di stabilità: sbloccati 900 milioni

L'intesa è stata firmata dal ministro dell'Economia Vittorio Grilli. Potranno così essere sbloccati 600 milioni da destinare alla spesa e 300 milioni per impegni su investimenti futuri. Lo rende noto la presidenza della Regione

PALERMO. Il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, ha firmato l'intesa con la Regione siciliana che consentirà di derogare al Patto di stabilità 2012. Potranno così essere sbloccati 600 milioni da destinare alla spesa e 300 milioni per impegni su investimenti futuri. Lo rende noto la presidenza della Regione.

«È un ottimo risultato che viene fuori da un negoziato serrato con il ministero dell'economia e con la ragioneria generale dello stato e che ha riconosciuto le ragioni della Sicilia», ha detto l'assessore all'Economia, Gaetano Armao. «È stato annunciato anche il prossimo sblocco di somme dovute alla Regione per il comparto sanitario per circa 200 milioni. Questi provvedimenti - ha continuato Armao - danno atto del percorso di risanamento e riduzione della spesa che la Regione siciliana ha portato avanti. Su questo solco, dopo la delibera sulla revisione della spesa, è stata emanata e inviata a tutti gli enti e società partecipate la direttiva che rende operativa la revisione. Siamo la prima regione d'Italia a dare piena attuazione alla spending review, contenendo i costi. Tuttavia, è necessario puntare agli investimenti». «La deroga al patto - ha osservato - darà una prima risposta a questioni fondamentali per le imprese, la scuola, le famiglie, gli enti locali».

"Il ministro Grilli e il presidente Monti hanno dimostrato grande sensibilità accordando la deroga al patto di stabilità per la quale avevo personalmente lanciato un appello al termine di una settimana carica di emergenze ambientali in Sicilia». Lo afferma Alessandro Aricò, assessore regionale al Territorio e ambiente e vice coordinatore vicario di Fli in Sicilia, che aggiunge: «Si possono affrontare adesso le gravi emergenze della Sicilia, dai lavoratori forestali antincendio che a questo punto possono aumentare le giornate lavorative fino a 151 - rispettando gli accordi con il Governo del 2009 -, al via libera per il finanziamento di importanti opere di mitigazione del dissesto ambientale in alcuni Comuni che al momento vivono una grande tragedia derivata dagli eventi calamitosi. Inoltre spero che il ministro Grilli possa estendere la deroga al patto di stabilità anche ai piccoli Comuni siciliani che soffrono una tremenda situazione finanziaria e non riescono ad offrire i servizi adeguati ai cittadini».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati