Palermo, un party per la Giornata del contemporaneo

PALERMO. Il pretesto è la giornata del contemporaneo, sabato 6 ottobre, la cosa concreta è la presentazione del lavoro di ricerca e di produzione creativa ORLANDO, non come il sindaco della città, bensì  come il paladino protagonista della Chanson de Roland.
Protagonisti i giovani artisti  Giuseppe Buzzotta / David Douard / Luca Francesconi / Yannic Joray / George Henry Longly, Emanuele Marcuccio / Cristoph Meier / Katja Novitskova / Andrea Romano / Vincenzo Schillaci, che con il curatore Luca Francesconi ripensano alla mostra siciliana cercando di annullare le coordinate temporali per rimescolare tutto, presente e passato, in un unico contenitore di sensazioni, suggestioni e immagini.
“Emerge una visione trasversale della cultura siciliana (ed dell'estetica in generale), in cui il tempo, inteso in senso cronologico, è alterato e la storia stessa è presa nella sua integralità, senza più distinzione tra il concetto di “precedente”,“contemporaneo” e “futuribile”. Se, dunque, l'idea di “continuità temporale” delle epoche, o la Storia come dialettica di eventi è in qualche misura figlia dell'Idealismo, la lettura che Orlando propone è dominata da una visione decisamente
materialistica: molte opere sono veri e propri oggetti riproposti, magari riletti con materiali della tradizione, come il marmo o la ceramica classica siciliana, ma il senso stesso di opera d'arte è compromesso con la banale realtà, essendo la realtà stessa discutibile, ed in questo senso “virtuale”. Questo dichiarano gli artisti, e in effetti il loro lavoro è una vera e propria rilettura della tradizione popolare, del folklore, della stessa cultura antropologica del mediterraneo  riproposta non solo con la freschezza di chi ha poco più di vent’anni, ma anche in chiave tecno, con l’utilizzo del digitale che in qualche modo azzera tempo spazio consegnando alla rete una memoria collettiva in transito.
Questo lavoro interessante non coinvolge solo Palermo, ma si tratta di un  format che si estende sul territorio siciliano coinvolgendo oltre allo spazio di  L'A project space altre realtà come la Fondazione Brodbeck (Catania), Bocs (Catania), Coca (Modica), Museo Lucio Piccolo (Ficarra) .
Intento: parlare dell'Isola attraverso un evento che si nutre tanto della rete quanto della realtà, coinvolgendo artisti che si confrontano non solo con l'attualità e la tradizione ma anche con l'immaginario collettivo che la Sicilia riveste nel mondo.

INFO PARTY
INAUGURAZIONE: SABATO 6 OTTOBRE 2012 ORE 22
DURATA MOSTRA: 22 OTTOBRE 2012
INGRESSO GRATUITO
VISITE SU APPUNTAMENTO
DAL MARTEDì AL VENERDÌ
LʼA PROJECT SPACE
467 CORSO DEI MILLE
90123 PALERMO
TEL. +39 3203395765 - +39 3407666858
http://laprojectspace.blogspot.com/
la.projectspace@gmail.com

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati