Palermo, "difetto di motivazione": annullata maxicartella della Tarsu

PALERMO. La Commissione tributaria provinciale di Palermo ha annullato per carenza di motivazioni una cartella esattoriale di oltre 28 mila euro inviata a un avvocato per la Tarsu sul suo ufficio legale. Il comune chiedeva 5 anni di arretrati. Secondo il professor Angelo Cuva che ha difeso il legale palermitano, questa è la prima di centinaia di sentenze analoghe che stanno per arrivare. L'anno scorso, infatti, il Comune di Palermo ha notificato oltre 1.200 avvisi di accertamento di contenuto pressochè identico contestando ad altrettanti avvocati il mancato pagamento della Tarsu per le annualità dal 2006 al 2010.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati