Allarme crolli a Mussomeli, cresce la paura nel centro storico

L’episodio, verificatosi a due passi da piazza Umberto, è l’ultimo di una serie di casi che hanno messo a rischio l’incolumità

MUSSOMELI. Più che una semplice paura, oramai è pura fobia da centro storico. Gli abitanti dei quartieri più antichi si sentono quasi degli ostaggi minacciati da pistole perennemente puntate alle tempie. Intere palazzine, che un tempo arricchivano e modellavano la città, oramai sgretolano sotto l'incalzare del tempo. Bisogna poi aggiungere la fuga in massa dai rioni più antichi, un abbandono costante che fa di interi pezzi di città degli isolati fantasma. Intere vie senza alcun abitante. Chi dimora ancora nei vicoli e nei vicoletti perlopiù compone la fascia di età più anziana della popolazione. Pochissime le nuove coppie che decidono di mettere su casa nel ventre cittadino. Frazioni di abitato senza futuro. Insomma, una situazione difficile su cui bisogna intervenire, alla luce anche di recenti episodi di crolli di calcinacci dalle case più pericolanti. L'ultimo si è registrato mercoledì pomeriggio, stavolta nel cuore del paese, tra la centralissima piazza Umberto, salotto cittadino e il redivivo cinema Manfredi. Sul Giornale di Sicilia il servizio completo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati