Allarme Camera di Commercio, chiudono 200 imprese

Sono ditte individuali che si trovano in gravi difficoltà e hanno chiesto la cancellazione dai ruoli camerali

Sicilia, Archivio

GELA. Sono duecento e si apprestano ad essere cancellate dal registro tenuto dalla camera di commercio di Caltanissetta. La crisi economica ha prodotto un vero e proprio stillicidio, falcidiando le tante imprese individuali avviate in città. Nessuno sembra salvarsi: dal commercio all’ingrosso all’edilizia, sono in tante le imprese che verranno cancellate dai registri camerali.
“Mi pare evidente – dice il presidente di Confcommercio Rocco Pardo – la cancellazione di così tante imprese è il chiaro risultato non solo della crisi ma anche di scelte politiche avventate. Chi ha il coraggio di indicarmi, solo negli ultimi cinque anni, un progetto presentato a livello locale per supportare le piccole e medie imprese? Nessuno ha mai fatto niente, c’è da riflettere davanti ad uno sfacelo inaudito”.
I funzionari della camera di commercio nissena, intanto, stanno apprestando tutte le procedure per depennare le imprese locali che non riescono più a sopportare il carico dei contributi da versare. Sono soprattutto i piccoli imprenditori colpiti dalla contrazione economica a chiedere la cancellazione delle loro aziende: non riescono più ad andare avanti. Non mancano, inoltre, le aziende fantasma delle quali non si sa più nulla e che, per questa ragione, sono candidate al taglio.

Un servizio nell'edizione di Caltanissetta del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati