Ritardo nel processo, prosciolti due militari Gdf

PALERMO. Un ritardo burocratico causa il proscioglimento di due militari della Guardia di Finanza di Messina accusati di abusi nei confronti di alcuni contribuenti nel corso di verifiche e controlli fiscali. Erano stati citati dalla procura regionale della Corte dei conti per risarcire quasi 80 mila euro in favore del Ministero delle Finanze. I giudici contabili hanno dichiarato l'estinzione del giudizio perchè riassunto ben oltre i sei mesi massimi previsti dalla
legge. In sede penale i due erano già stati condannati per concussione con sentenza passata in giudicato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati