Regione, conti dell'assemblea pignorati:bloccati altri fondi

Oltre ai 24 milioni dei conti correnti dell'Assemblea regionale siciliana gestiti dal tesoriere, i legali dei 76 dipendenti che rivendicano gli scatti d'anzianità hanno proposto un decreto ingiuntivo anche rispetto ai fondi pubblici che la Regione non aveva ancora versato all'Ars. Il segretario: "Non so quando pagheremo gli stipendi"

PALERMO. Oltre ai 24 milioni dei conti correnti dell'Assemblea regionale siciliana gestiti dal tesoriere, i legali dei 76 dipendenti che rivendicano gli scatti d'anzianità hanno proposto un decreto ingiuntivo anche rispetto ai fondi pubblici che la Regione non aveva ancora versato all'Ars.  Per via del pignoramento e della crisi di liquidità, l'Ars non ha ancora pagato gli stipendi ai 270 dipendenti. Al momento non c'è alcuna certezza sui tempi di erogazione delle somme. «Non so quando la situazione si sbloccherà - ha detto il segretario generale dell'Assemblea, Giovanni Tomasello, rispondendo ai cronisti -. Il 16 ottobre c'è l'udienza davanti al giudice, il nostro tesoriere esporrà le proprie ragioni. Siamo in una oggettiva difficoltà».  Secondo gli uffici dell'amministrazione, il reale valore del contenzioso con i dipendenti, che in primo grado hanno ottenuto il pronunciamento positivo del giudice del lavoro, ammonterebbe a circa 3 milioni di euro, mentre i fondi bloccati ammontano a 28 milioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati