Coldiretti a fianco di Greenpeace contro le trivelle in Sicilia

PALERMO. La Coldiretti siciliana aderisce all'iniziativa di Greenpeace e firma contro le trivelle in mare. "Si tratta di un'azione lodevole che non può non vederci a fianco di chi tutela un patrimonio marino che tutto il mondo ci invidia", sostengono il presidente e il direttore della Coldiretti, Alessandro Chiarelli e Giuseppe Campione. "Pesca e turismo - proseguono - vanno tutelati, e non depauperati a causa di interventi incomprensibili". Il riferimento è alla richiesta di Edison, gestore della piattaforma Vega A al largo di Pozzallo, di realizzare nella stessa concessione un nuovo impianto di perforazione, la piattaforma Vega B. "Il valore aggiunto degli agriturismi siciliani - proseguono Alessandro Chiarelli e Giuseppe Campione - è proprio nella possibilità di vivere il mare e la campagna. E' impensabile distruggere una delle risorse maggiori. "Mettere una trivella in mezzo al mare - concludono - significa limitare il patrimonio ambientale, ridurre le possibilità di sviluppo dei settori trainanti dell'agricoltura siciliana".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati