Lo stipendio dei deputati siciliani

PALERMO. Ecco lo stipendio dei 90 deputati dell’Ars, che si aggiungono ai contributi che piovono sui gruppi parlamentare di cui fanno parte e che valgono circa 13 milioni all’anno. Per pagare gli stipendi agli onorevoli il Parlamento spende invece circa 21 milioni all’anno.


STIPENDIO BASE


L’indennità di base netta per ogni onorevole è di 5.390 euro al mese. Nel caso in cui il deputato non versa i contributi per la reversibilità del vitalizio, lo stipendio base sale a 5.642 euro netti.


DIARIA


Ogni deputato incassa anche 3.500 euro al mese netti a titolo di diaria (per pagare per esempio spese di segreteria). Se si assenta dall’Ars nei giorni di votazione gli vengono trattenuti 224 euro.


SPESE DI TRASPORTO


Per le spese di trasporto in treno, aereo e nave è previsto un rimborso forfettario annuo di 10 mila euro. Inoltre è prevista una seconda indennità da 15.979 euro all’anno per le spese di trasporto in auto sostenute per spostarsi dalla provincia di provenienza a Palermo. Ma una somma aggiuntiva, 6.646 euro, percepisce anche chi è di Palermo.


SPESE TELEFONICHE


A ogni deputato è assegnato un gettone da 4.150 euro all’anno per spese telefoniche e servizi on line.


I BONUS AGGIUNTIVI


Le somme descritte sopra sono dovute a ogni deputato per il solo fatto di avere un seggio all’Ars. Ma un gettone aggiuntivo è dovuto se si ricoprono cariche all’interno del Parlamento: ogni presidente di commissione incassa mensilmente altri 3.316 euro netti, i vice presidenti percepiscono 829 euro aggiuntivi e i segretari 414. I deputati questori hanno un bonus aggiuntivo mensile di 4.642 euro netti. I due vice presidenti dell’Ars aggiungono allo stipendio e alla diaria altri 5.149 euro netti al mese e il presidente dell’Ars ha un gettone aggiuntivo di 7.724 euro al mese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati