Rifiuti, 2 licenziati s'incatenano: stop alla raccolta a Gela

Nuova manifestazione di protesta dei precari licenziati dalla ditta Sap, appaltatrice dell'Ato ambiente CL2 del servizio di smaltimento. Mezza città si è svegliata sommersa dalla spazzatura

GELA. Nuova manifestazione di protesta, stamani, a Gela, di due netturbini precari licenziati dalla ditta Sap, appaltatrice dell'Ato ambiente CL2 del servizio di smaltimento dei rifiuti, e mezza città si è svegliata sommersa dalla spazzatura. I due operai, come è accaduto la settimana scorsa, si sono incatenati ai cancelli del deposito degli auto compattatori dell'impresa, impedendone l'uscita, e come sette giorni fa, sono stati denunciati dalla polizia per interruzione di pubblico servizio. Chiedono la reintegrazione nel posto di lavoro. Tra gli altri dipendenti della Sap, molti hanno incrociato le braccia per solidarietà con i colleghi in lotta. Il servizio di ritiro dell'immondizia viene svolto a ranghi ridotti e con automezzi presi in prestito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati