Meteobilli: ah, questa variabilità…

Ora se ne escono che la colpa è della variabilità. E pare che ci dicono: e che andate cercando? Settembre è un mese equinoziale quindi è proprio a lassa e pigghia. Come? Vi avevamo detto che c’era una settimana di tempo di capriccio? S va beh così pareva. Ma però poi abbiamo visto… etc etc etc…

Gli scienziati, come vedete, non riescono a mentersi dì’accordo. Ora dicono che l’area dell’anticiclone delle Azzose che ci garantisce un buon tempo, se ne calò un poco e non è gagliarda come dovrebbe. Il che vuol dire che è come  una porta restata socchiusa e dallo spiraglio si appresentano  un poco di pettubbazioni che vengono da sotto il Portogallo. Perché? Perché dice che lo tlantico in quella zona è più caldo del solito e il calore riempie di umito la ventilazione fresca. Così si creano le nuvole e si forma la pettubbazione. Ma gli scinziati dicono che si tratta di disturbi veloci che come arrivano se ne vanno subitamente. Poi ci sono due giorni di buon tempo (quasi) e poi di nuovo una pettubbazione veloce.

Insomma, vi rendete conto che i sta maniera le previsioni le può fare pure Nika perché con questa scusa della variabilità, non sbaglierebbe mani: forse piove, forse no. Vediamo… E così fanno sbagliare pure un onesto padre di famiglia che non fa previsioni sue non essendo scinziato, ma impupa quelle degli altri che invece lo sono. Ma ogni tanto mi prendo di puntiglio e li sfido e, come sapete, spesso finisce che ho ragione io. Certo oggi la giornata fu meno bella di quanto vi avevo detto motivo per cui ritiro la previsione di una settimana incantata. No. Spuntarono nuvole che sino a stamattina non c’erano e che sembrano non venire da nessuna parte. E può essere che sia cosi. Si tratta dei cosiddetti «fenomeni a evoluzione diurna» che succedono quando in quota passa aria fredda e da sotto arriva aria calda. Si chiamano pure «fenomeni termo convettivi». Così compaiono le  nuvole come se uscissero dal cappello del mago Forrest. E secondo quanto vapore acque si accumula, piove sino a livello di brevi temporali. Queste nuvole non si possono prevedere perché spuntano all’improvviso. Ora succede pure  che dallo spiraglio lasciato dall’anticiclone delle Azzose si stanno infilando pure pettubazioni che sono spinte dalle parti nostre dalla Depressione d’Islanda che è come un gigante che ammutta i sistemi nuvolosi verso di noi. Una volta, nel mese di settembre, questo ammuttameno riguardava, in Italia, soprattutto il Nord, il versante Adriatico  per finire nei Balcani. Ora però arriva pure da noi. Quindi domani avremo tempo variabile ma non dovrebbe piovere. Mercoledì qua sarà buo no ma al Nord già si iecca il molotempo che arriva da noi giovedì. Ci potrebbero essere acquazzoni, pure di sera.

La verità è ca ci vorrebbe un bello congresso di scinziati che scrivono di nuovo le regole della meteorologia. Vi giuro che se lo fanno mi appresento e ci cuntu u Meteobilli. Tante belle cose. Vanitose.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati