In cucina stop ai lampadari Sì ai faretti nei tetti bassi

PALERMO. Addio lampadari ingombranti e difficili da pulire in cucina negli ultimi anni vanno di moda i faretti. Le cucine, stanze centrali per la vita quotidiana in casa, diventano sempre più moderne. I mobili diventano minimali e dalle linee essenziali e così anche l’illuminazione. I tetti, grazie ai controsoffitti diventano più bassi rendendo più accogliente l’ambiente e facilitando l’istallazione di faretti che funzionano a luce Led. Il mercato offre dispositivi per tutte le tasche. Il loro prezzo oscilla dai venti fino ai cento euro e la vita diventa ancora più semplice.
Grazie ad alcuni pulsanti è possibile infatti regolare l’intensità di luce desiderata, che varia nel corso della giornata. Se infatti nelle prime ore del pomeriggio in inverno accendiamo tre faretti, durante la sera ne accenderemo sei. Regolazione che si traduce, anche in questo caso in risparmio di energia elettrica. Nelle altre stanze della casa invece, impossibile rinunciare al tocco estetico del lampadario. Vanno di moda quelli che ricordano lo stile degli anni settanta, anche questi realizzati con linee essenziali. Sono più facili da pulire, con un semplice panno bagnato senza il bisogno di ricorrere al lavoro certosino con il pennello. Sa.Ra.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati