Scambi di case e fai-da-te: le regole per risparmiare

PALERMO. Dieci semplici regole per sopravvivere alla crisi senza rinunciare alle vacanze, sono i consigli di Federconsumatori e di Adusbef (Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari E Finanziari) per aiutare a spendere di meno.
Prima regola: occhio al budget. È il primo passo, il più importante, fissare un tetto massimo di spesa. Meglio se extra compresi.
Secondo consiglio l'House sharing o lo scambio casa, è una nuova modalità di vacanze, azzerando i costi dell'alloggio. Esistono tanti portali per il web dove è possibile entrare in contatto con cittadini di tutto il mondo. Tra i più famosi www.housesharing.it. Un consiglio per chi mette a disposizione l’appartamento: fare una lista (da far sottoscrivere all'ospite) di tutto quello che si lascia in casa.
Tra i suggerimenti, approfittare dei last minut e dei voli aerei low cost, ma anche di pacchetti turistici che i tour operator e le compagnie offrono all'ultimo momento a prezzi stracciati. Se invece si è previdenti e le offerte "last" proprio non piacciono, meglio prenotare un volo con largo anticipo, per un risparmio che oscilla dal 25% al 35% sul prezzo del biglietto.
Con la vacanza "fai da te", oculatamente organizzata su internet, inoltre, secondo Federconsumatori si può risparmiare fino al 20%, ma attenzione alle prenotazioni dei voli: non sempre i prezzi vantati sulle home delle compagnie corrispondono a quelli realmente applicati, comprensivi di tasse e assicurazione.
Prenotando con largo anticipo i treni di Trenitalia è possibile risparmiare almeno il 10%; sul sito delle Ferrovie dello Stato, tutte le condizioni di trasporto e le offerte speciali. Se poi si è in gruppo si può godere di speciali tariffe per treni, voli e pacchetti vacanze, con sconti sino al 25%-30%. Se invece si preferisce viaggiare in auto è consigliabile controllare sul sito di autostrade i distributori che fanno lo sconto di alcuni centesimi al self service. Il penultimo consiglio dell'associazione dei consumatori è per le vacanze in campeggio, le spese alimentari meglio farle prima del viaggio. Si sa, nelle località turistiche è tutto più caro. E si arriva a risparmiare addirittura il 40% sulla spesa. Dulcis in fundo, prima di partire per un lungo viaggio, accertatevi di non aver lasciato gli apparecchi elettrici in "stand- by". Si potrebbero così risparmiare anche 50 centesimi di euro al giorno. Au.P.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati