Rosanero a picco: 0-3 contro la Lazio

Seconda sconfitta consecutiva per i siciliani. All'Olimpico finisce nel peggiore dei modi, con i padroni di casa che battono senza problemi i rosanero di Sannino. Doppietta di Klose e Candreva. Praticamente inesistenti gli ospiti, con una difesa disastrosa e un attacco senza idee

PALERMO. Se prima era allarme, ora è allarme rosso. Rossissimo. Questo Palermo è davvero troppo brutto per essere vero. Dopo lo 0-3 all'esordio contro il Napoli, arriva un altro, pesantissimo 0-3 all'Olimpico contro la Lazio. Ad analizzare la partita dei rosanero di Sannino non c'è praticamente una cosa che si salva in casa dei siciliani: difesa imbarazzante, centrocampo senza idee e attacco lasciato solo al suo triste destino. Miccoli non è Maradona e non può fare tutto da solo. Ma, senza voler essere blasfemi, anche il Pibe de Oro farebbe non poca fatica a salvare baracca e burattini in questo momento.

I rosanero dopo un precampionato convincente e il passaggio del turno in Coppa Italia è crollato. E la discesa sembra appena iniziato. A Roma il Palermo abbandona il 3-5-2 di sette giorni fa e passa al 4-4-2. Sannino manda subito in campo il nuovo acquisto Giorgi e si affida a Ilicic e Miccoli in attacco. È il Palermo che nelle battute iniziali cerca di fare la partita, ma la prima conclusione è della Lazio con Hernanes dalla distanza: Ujkani però si fa trovare attento. Il primo quarto d'ora fila via senza particolari emozioni: il Palermo cerca di costruire azioni, ma non riesce ad arrivare alla conclusione; la Lazio, invece, dà l'impressione di far girare il pallone con più fluidità, ma non riesce a essere concreta sotto porta. Intorno alla mezzora il Palermo pareggia il conto delle occasioni con Miccoli che lancia Bertolo sulla trequarti, ma l'argentino, che forse temporeggia un pò troppo, viene anticipato proprio quando stava per provare il pallonetto.

Proprio quando sembrava che il primo tempo filasse via sullo 0-0 Gonzalez va varso un pallone respinto malamente dalla difesa rosanero, riesce a sorprendere Garcia e a crossare dalla destra un pallone sul quale si avventa Klose che, al 39', porta in vantaggio la Lazio. All'11' del secondo tempo Candreva pesca il jolly da poco meno di 30 metri con una gran botta che si insacca alla sinistra di Ujkani. Sannino prova a cambiare qualcosa: fuori Giorgi, Miccoli e Kurtic, dentro Arevalo Rios, Dybala ed Hernandez. I due attaccanti danno un pò di vivacità in avanti ai rosanero, ma il Palermo sembra affidarsi più all'improvvisazione che ad altro, al cospetto di una Lazio che sa sempre cosa fare. Al 37' Klose mette la ciliegina sulla sua partita: Lulic dalla sinistra crossa al centro, il tedesco fa una finta che spiazza Von Bergen, stoppa di petto e chiude la partita. Per lui e per la Lazio solo applausi.
Per il Palermo e per Sannino, invece, tanto lavoro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati