Cancellieri: impensabile intercettare Napolitano

Il ministro dell’Interno: sono fatti inaccettabili, siamo di fronte ad una istituzione davanti alla quale tutti dobbiamo portare rispetto e considerazione

ROMA. Quello delle intercettazioni è "uno strumento preziosissimo", ma "non è nemmeno pensabile che si possa intercettare il capo dello Stato". Ad affermarlo è il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri ai microfoni di Prima di tutto, su Radio 1 Rai, definendo "inaccettabile" quanto sta accadento intorno al presidente Napolitano.  "Sono fatti inaccettabili", ha detto Cancellieri nell'intervista. "Noi siamo di fronte ad una istituzione davanti alla quale tutti dobbiamo portare rispetto e considerazione. Nel momento in cui un Paese perdesse certi principi che sono fondamentali per il vivere civile - ha aggiunto - credo che sia un Paese che smarrirebbe se stesso".    
Riferendosi poi alla pubblicazione delle presunte intercettazioni sul settimanale Panorama, il ministro ha affermato che "sono cose che non possono essere consentite perché non si può consentire che la più alta istituzione dello Stato venga posta in questa maniera all'attenzione e venga in qualche modo offuscata la sua immagine perché è un'immagine di altissima specchiatura". "Io credo - ha precisato - che bisogna distinguere la necessità delle intercettazioni", "uno strumento preziosissimo che ha portato a risultati veramente molto significativi in tantissime inchieste", ma "contemporaneamente non si può sopportare cose di questo genere. La pubblicazione - ha concluso - deve seguire delle regole molto serie e molto precise e poi comunque qui parliamo del Capo dello Stato che non dev'essere nemmeno intercettato, cioé, non è nemmeno pensabile che si possa intercettare il Capo dello Stato".
Intanto il ministro dell'Interno annuncia di voler portare a termine l'annunciata  riforma delle norme per il riutilizzo dei beni confiscati, alla quale sta lavorando con il ministro della Giustizia Severino, entro la fine dell'anno. "Ieri - ha ricordato - c'é stato un incontro con le associazioni che hanno a che fare con la lotta alla mafia, che hanno chiesto di unire le forze per usare meglio i beni confiscati. E' un impegno preso dal Governo che prevede di rendere più operativa l'agenzia per i beni confiscati, Stiamo lavorando su un progetto di norme insieme al Ministro Severino. Abbiamo intenzione di terminare tutto entro la fine dell'anno"   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati