L’oculista: «Si rischiano danni alla vista con le lenti contraffatte»

PALERMO. La radiazione ultravioletta può provocare disturbi oculari diversi tra cui cataratta, pterigio, il cancro della pelle intorno agli occhi, fotocheratite, alterazioni degenerative della cornea, degenerazione maculare legata all'età. Parola di Giuseppe Giunchiglia, dirigente medico di Oftamologia dell'ospedale Civico. L'unico rimedio per proteggersi è fortunatamente accessibile a tutti e consiste nell'utilizzo degli occhiali da sole. Per essere efficaci, devono avere un design avvolgente che serve proprio per limitare l'ingresso dei raggi periferici. Anche per quanto rifigura l'acquisto degli occhiali bisogna leggere l'etichetta, come fossero medicine o alimenti. «Per l'uso all'aperto dai raggi solari, sono raccomandati occhiali da sole che assorbono il 99-100% dello spettro UV completo a 400 nm. - spiega Giunchiglia -. I consumatori dovrebbero diffidare dalle lenti da sole che "Bloccano gli UV dannosi" senza dire quanto». Sconsigliato quindi l'uso di occhiali da sole contraffatti acquistati alle bancarelle del mercato. Non si conoscono infatti i materiali e le modalità di realizzazione dell'oggetto che con un uso prolungato può provocare anche seri danni alla vista. Non per questo però è necessario spendere «un occhio della testa» per un buon paio di lenti da sole. «L'assorbimento Uv può essere adoperato da tutti i tipi di materiali ottici oggi in commercio e non è legato al prezzo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati