Cibi naturali per gli sportivi, gli esperti: «Sì ai carboidrati»

Il nutrizionista e il dietista del Palermo Calcio: per mantenersi in forma sono consigliati il riso, le farine di mais, le verdure e anche la frutta biologica. Zucchero di canna al posto di quello bianco. Ma non c’è una dieta unica per tutti quelli che praticano attività fisica, meglio fare un test per un’alimentazione personalizzata

PALERMO. È noto a tutti che chi fa sport deve seguire una dieta adeguata col giusto apporto di proteine, grassi e carboidrati. Ma senza illudersi che un'alimentazione corretta possa fare miracoli, infatti non ci sono alimenti che possono far vincere una gara, però tanti che possono far perderla sì. Quindi è importante assumere i cibi adeguati allo sforzo fisico da affrontare. Allora quali sono i cibi più adatti ad uno sportivo? A rispondere sono Eugenio Sclauzero, nutrizionista del Palermo Calcio, e Leandro Carollo, dietista dei rosanero: «I cibi più adatti sono quelli più naturali possibili o che non sono stati particolarmente raffinati e lavorati» dice il dottor Sclauzero. «Largo consumo trovano le farine di mais - aggiunge il dietista -, il riso, la frutta e la verdura per l'apporto vitaminico, ma che danno assieme alla frutta disidratata, specie se biologica, anche un grosso contributo di sali alcalinizzanti ed infine l'utilizzo del fruttosio e dello zucchero di canna al posto dello zucchero bianco».
Dunque sfatato il mito dei carboidrati che fanno ingrassare e fanno male: «A livello alimentare le percentuali ideali dei principali principi nutritivi sono il 50% di carboidrati e la rimanente quota percentualmente suddivisa tra proteine e grassi» sottolinea Carollo. «Di questi ultimi - spiega Sclauzero - sono importanti, per il mantenimento dell'integrità e della elasticità della membrana cellulare, soprattutto quelli poli-insaturi dati dal pesce e dalla frutta secca di cui si fa largo uso».
Però non tutti gli sportivi devono seguire la stessa dieta, infatti è possibile che attraverso dei test l'alimentazione venga personalizzata in base alle proprie esigenze. Ma non basta, come precisa il nutrizionista. «Se poi dai test effettuati vengono rilevate situazioni particolari, si possono aggiungere integratori naturali». E i rosanero hanno esigenze particolari? «No, se non per motivi religiosi - assicura Ferdinando Battistella, capo dello staff medico della squadra - e sono tutti interessati a cercare il massimo delle performance».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati