Fisco, a Messina evasione da 9 milioni

Blitz della guardia di finanza. Nel mirino aziende che operano nel settore dei rifiuti. Scoperte anche fatture e operazioni inesistenti

MESSINA. La guardia di finanza di Messina ha scoperto un'evasione fiscale di oltre 9 milioni di euro effettuata da aziende operanti nel settore della raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti solidi urbani. Queste società, in rapporti con l'Ato Me1 S.p.a., secondo quanto accertato dai finanzieri, prendevano Iva a credito con aliquota del 20%, ribaltando poi verso la Ato una minore Iva a debito con aliquota del 10%. Le operazioni delle Fiamme Gialle si sono concluse con la constatazione, proposta all'Agenzia delle entrate, di una maggiore Iva, tra dovuta e relativa, per oltre 7,5 milioni di euro, servita tra l'altro per compensare diversi debiti. Sono state scoperte anche fatture per operazioni inesistenti per 500 mila euro e costi indeducibili, nonché un ulteriore milione di euro per imposte non versate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati