Depressione da social network? Una tesi superata

PALERMO. Facebook provoca depressione? La risposta, a quanto sembra, è no. A un anno dallo studio dell'Academy of Pediatrics, che aveva suggerito che l'esposizione al social network più famoso del mondo avrebbe potuto causare sintomi depressivi negli adolescenti, arriva la replica della University of Wisconsin School.
Secondo lo studio compiuto da Jelenchick e dalla prof. Megan Moreno su 190 studenti tra i 18 e i 23 anni che passano più della metà del tempo speso online sul noto social network, qualsiasi tipo di connessione tra la depressione e Facebook sarebbe infondata.
Come hanno commentato i ricercatori, i risultati dell'esperimento sono simili a quelli raggiunti precedentemente riguardo altri mezzi comunicativi, come le mail e le chat. Anche se, come aggiunto nella loro nota, la ricerca è limitata a uno piccolo spettro etnico omogeneo di un singolo ambiente universitario, «La conclusione va comunque presa in considerazione da tutti quei pediatri che riempiono i genitori di eccessivi allarmismi sull'utilizzo dei social media».
Nonostante dunque l'appello a non stressare eccessivamente famiglie intere sul tema caldo di Facebook e compagnia bella, ad accompagnare la ricerca non poteva mancare una morale della favola conclusiva.
La Moreno, ricercatrice nonché pediatra specializzata nell'impatto dei social media sui bambini e sugli adolescenti, ha dichiarato infatti che, anche se Facebook non è una causa della depressione, i genitori devono sempre guidare i loro bambini in un uso responsabile ed equilibrato dei social media e, più in generale dei computer e dei mezzi di informazione, televisione compresa. E così al «come si sta a tavola» e al «come si sta con i grandi», anche l'educazione deve stare al passo con i tempi, e includere così il «come stare su Facebook». Che rappresenta oggi un po’ quello che era la televisione o i videogiochi qualche anno fa. L.Ans.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati