Ragazzi morti a Ustica, folla ai funerali di Bartolomeo

Nella chiesa di San Ferdinando, stracolma, nella piazza piazza principale di Ustica, isolani e turisti hanno assistito alla cerimonia, mentre il sindaco Aldo Messina ha proclamato il lutto cittadino. Resta a Ustica la salma di Sta Fedi, il ragazzo di origini tunisine, ma usticese da sempre, morto insieme al suo amico

USTICA. Si sono celebrati stamane a Ustica  i funerali di Bartolomeo Licciardi, il quattordicenne annegato  giovedì sera nell'isola insieme al suo amico di 13 anni Sta  Fedi. I due ragazzi sono finiti in mare dopo aver preso una  Panda parcheggiata sul molo.     Nella chiesa di San Ferdinando, stracolma, nella piazza  piazza principale di Ustica, isolani e turisti hanno assistito  alla cerimonia, mentre il sindaco Aldo Messina ha proclamato il  lutto cittadino. Resta a Ustica la salma di Sta  Fedi, il ragazzo di origini tunisine, ma usticese da sempre,  morto insieme al suo amico.


A rendere nota la nuova decisione, rispetto alla volontà  espressa in un primo momento dalla famiglia, il sindaco di  Ustica, Aldo Messina.    «Ho convinto il padre, che così potrà stare vicino a suo  figlio, salvo poi, se e quando torneranno in Tunisia, avere la  possibilità di portalo nel loro Paese», riferisce il primo  cittadino.    «Mi sono messo in contatto con l'Imam Abdul a Palermo che  oggi è venuto sull'isola - racconta Messina - e ha svolto la  cerimonia musulmana nella sala consiliare che ospitava la bara  con il ragazzo». Poi la sepoltura a Ustica. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati