Pesce in estate, piace a 9 su 10 A Palermo tutti pazzi per il fritto

Un’indagine rivela le tendenze dei consumatori a tavola. Nonostante la crisi, oltre la metà degli intervistati va in pescheria una volta a settimana

Gli italiani si buttano a pesce sul... pesce. Un gioco di parole che però spiega bene il risultato di una ricerca condotta di Ipsos per il gruppo Pam Panorama. Il pesce piace a nove italiani su dieci, quasi un plebiscito. Solo una sparuta minoranza di consumatori non vuol vedere nel proprio piatto i prodotti dei nostri mari, e il rifiuto è legato a una questione di gusto e spine (nel 18% dei casi) e riguarda soprattutto le donne (24%).
Il popolo che lo ama ha anche scelto il proprio menù, ovvero quali sono i pesci preferiti: la spigola per il 15% degli intervistati, alici e crostacei per il 12%. A Palermo, da un giro per le pescherie, emerge che al primo posto delle preferenze c’è la tipica “fritturina” sciacchitana, fatta di calamaretti, cappuccetti e todari (la confettura di mare dei palermitani). Delizia tipicamente estiva, molto richiesta non solo nei ristoranti, ma anche nelle cucine di ogni tradizionale famiglia siciliana che si rispetti.
Al secondo posto, tra i pesci preferiti non possono che esserci loro, i crostacei: gamberoni e gamberi rossi i più prelibati. «Ricci, cozze e vongole, invece, sono tra i condimenti prediletti per un buon piatto di spaghetti dal sapore estivo» spiega Francesco Viola, proprietario di una pescheria in Corso Calatafimi. Seguono poi le cosiddette “insalate di mare” e il polpo, che non può mai mancare nei banchetti palermitani, soprattutto la sera del Festino. «Tra i prodotti più richiesti» spiega Claudio Raccuglia, proprietario di una pescheria in Corso dei Mille, «ci sono anche il pesce spada, meglio se arrostito; la spatola, cucinata secondo la tradizionale ricetta messinese, con pomodorini e capperi, oppure panata al forno accompagnata da un contorno di patate o di cipolle in agrodolce». In questi ultimi anni è molto in voga anche il crudo di pesce: il salmone fresco è il più gettonato, sfilettato e condito semplicemente con un po’ di limone, un piatto gustoso e veloce da servire in tavola.
Un buon filetto di pesce è invece ideale per ogni stagione, ma meglio se fresco e sfilettato direttamente dal proprio pescivendolo di fiducia. Tra le specie, almeno secondo la ricerca condotta da Ipsos, buoni risultati per le orate (11% del campione), poi frutti di mare (7%) e merluzzi (6%). Pesce per tutti, dunque? Non proprio, perchè i giovani ne consumano di meno: nella fascia d'età tra i 25-34 anni acquista pesce almeno una volta a settimana il 44,4%, mentre tra i 55-64 anni si sale fino al 60% del campione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati