Zittitivi che forse...

Non dico che arrifrisca, questo no. Oggi c’è stato un cavuri di contarcelo al medico è la giornata si laureò come la cchiù cavura dell’anno 2012 (posto ora). Ma la buona notizia è che domani  comincia ad arrivare vento di Tramontana e Greco che, piano piano, dovrebbe portare un poco di aria fresca e giovedì dovrebbe provocare che il, termometro se ne scende di qualche cinque gradi tutta a una botta. Che certo sarebbe troppo bellissimo.


Ma che succede? Cose complicatissime: c’è stata una pettubbazione dello Tlantico che si posiziono sopra la ‘Nghilterra e la Francia e si sucò l’Africano che se ne salì sino nella p8ianura Padana. Contemporaneamente se ne scese una pettubazione che si tirò aria congelata dal polo nord (addirittura) e la fece scendere sino nella Grecia. Così l’Italia e la spagna Orientale sono come un gustel bollente dentro un panino del frigorifero. Solo che, magia magia, il gustel non si arrifrisca ma si quaria il panino.


Insomma ora dice che questa storia finisce e che un poco di aria fresca ci arriverà proprio da Est di cui dovremmo avere un Ferragosto di belle giornate ma senza questo cardo assatanato. Tornerà? Ora siccome i nomi delle botte di cardo se li inventano pure gli scinziati, ora me ne invento pure una io. Il prossimo africano che arriva lo chiamo Bokassa, l’anticiclone che scassa. Tante belle cose. Sgherzose.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati