Alitalia-Windjet, Riggio avvisa: "Accordo in due giorni o fermiamo aerei"

Il presidente dell'Enac fissa a mercoledì la deadline per trovare l'accordo tra le due compagnie. "Quella siciliana non ha risorse sufficienti er garantire l'attività"

ROMA. "Deadline a mercoledì prossimo per la comunicazione ufficiale di un accordo fra Alitalia e Windjet, altrimenti fermiamo gli aerei" della compagnia siciliana. Lo ha detto all'ANSA il presidente dell'Enac, Vito Riggio, spiegando che Windjet "non ha risorse economiche sufficienti per garantire l'attività" per i prossimi mesi. "Non si tratta di problemi di sicurezza - ha precisato Riggio - ma di mancanza di requisiti stabiliti dalla normativa europea, secondo cui la compagnia deve avere risorse finanziarie sufficienti per sostenere l'attività" nei prossimi mesi.
Riggio rileva che "non sono concepibili disagi, e ancor meno in un periodo di vacanza e sotto ferragosto, che è il periodo più trafficato dell'anno". L'Enac segue quindi "con attenzione l'evolversi della vicenda, in particolar modo per gli aspetti operativi e di tutela degli utenti", e "ritiene necessario che la trattativa venga definita nel più breve tempo possibile per evitare ulteriori disagi ai passeggeri che hanno acquistato titoli di viaggio con il vettore low cost. Negli ultimi giorni, infatti,
sono stati numerosi i disservizi per gli utenti Windjet, dovuti a cancellazioni e ritardi consistenti dei voli".
Per ridurre per quanto possibile i disagi, "l'Enac, già dai giorni scorsi, ha invitato le due compagnie aeree, Windjet e Alitalia, a farsi carico della gestione dei passeggeri che rimangono coinvolti nei disservizi, anche attraverso la riprotezione su voli di altri vettori".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati