Bellolampo nel caos, ancora roghi a Palermo

Il rogo dura ormai da sette giorni. La situazione è tenuta sotto controllo ma soprattuto nei quartieri vicini cresce il disagio. Rifiuti per strada, cassonetti bruciati in tutta la città. Ieri l'intervento dell'esercito

PALERMO. Il rogo di Bellolampo dura ormai da sette giorni. La situazione è tenuta sotto controllo ma soprattuto nei quartieri vicini cresce il disagio. Rifiuti per strada, cassonetti bruciati in tutta la città. Ieri l'intervento dell'esercito Roghi di rifiuti, nel corso della notte, a Palermo. I cassonetti in città sono stracolmi per via dell’incendio che ha messo ko la discarica di Bellolampo hanno portato alcuni cittadini a liberarsi della spazzatura con il fuoco. E così l’intervento dei vigili del fuoco è stato necessario in molte strade della periferia.



Pietro Lo Monaco, dirigente della Protezione civile: “L’attività è frenetica ma andrà avanti ancora parecchi giorni, l’unica cosa che possiamo fare è ricoprire i rifiuti in fiamme con uno strato di almeno ottanta centimetri di terra”. L’area interessata è di 120 mila metri quadrati ed entro martedì tutto dovrebbe essere chiuso. E per quanto riguarda l’inquinamento? “Effettuiamo due prelievi dell’aria al giorno, tutti i parametri sono regolari. L’unico dato non ancora in nostro possesso è quello relativo alla diossina che avremo domani”. Salvatore Cocina, commissario dell’Arpa siciliana: “La presenza di diossina nell’aria è probabile, anche se in bassissime quantità, vista la durata e l’estensione dell’incendio”.



© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati