Cina, 137 arresti per traffico d'organi

SHANGAI. La polizia cinese ha arrestato 137 persone ritenute implicate in un traffico di organi umani. Lo scrive l'agenzia Nuova Cina riportando un comunicato del ministero della sicurezza pubblica. L'operazione è stata condotta alla fine di giugno da 18 autorità provinciali di polizia che hanno anche recuperato 127 persone che venivano usate come 'fornitorì di organi. Secondo le indagini, le persone a cui venivano espiantati gli organi venivano reclutati via internet attraverso la promessa di molti soldi. Secondo le statistiche del ministero della salute cinese, sono circa 1,5 di milioni i cinesi che necessitano di un trapianto di organi, ma solo 10.000 trapianti vengono effettuati ogni anno.  La mancanza di donatori è la prima causa di questa enorme differenza, seguita poi da un problema infrastrutturale. Questo aumenta il rischio della vendita al mercato nero di organi umani anche da minorenni, con la nascita di bande criminali specializzati in questo settore e che il governo più di una volta ha promesso di debellare, sia con interventi di polizia,
sia con interventi legislativi che vadano verso l'aumento del numero di donazioni. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati