Palermo, è tornato la "skull mania": borse e magliette con i teschi

Il pioniere è stato Alexander Mc Queen. Fu lui a sdoganare il teschio nella moda, tanto da trasformarlo nel suo segno distintivo. Sono sue le sciarpe colorate e piene di teschi, viste addosso a tutte le celebrities e imitatissime, come sono sue le elegantissime clutch metalliche

PALERMO. Impazzava già anni fa. Ma, come tutte le tendenze, ha resistito qualche stagione per poi cedere il posto a look più sobri e meno macabri. L'estate scorsa qualcosa in giro si vedeva, soprattutto su t-shirts e su qualche accessorio. Oggi non c'è capo d'abbigliamento che non ne sia decorato.


Stiamo parlando della «skull mania», vecchio tormentone, diventato il nuovo must have della bella stagione. I teschi, adesso, stanno proprio su tutto: maglie, pantaloni, giubbini, scarpe, borse e gioielli. Spesso impreziositi da strass, pietre e borchie, a volte coloratissimi e molto femminili, altre gotici e dark, piacciono a tutti gli stilisti che non hanno rinunciato a decorare di teschietti almeno un capo delle nuove collezioni. Il pioniere è stato Alexander Mc Queen. Fu lui a sdoganare il teschio nella moda, tanto da trasformarlo nel suo segno distintivo. Sono sue le sciarpe colorate e piene di teschi, viste addosso a tutte le celebrities e imitatissime, come sono sue le elegantissime clutch metalliche con il teschio come chiusura. Skull mania che, qualche anno fa, contagiò persino Dior. L'elegante maison francese si lasciò sedurre tanto da lanciare la «Dior Kings And Queens Jewelry Collection», una linea di gioielli con pietre preziose e lavorati a forma di teschio. Poi toccò a Tarina Tarantino, la stilista americana che reinterpretò la tendenza e la riadattò al suo stile. Nacquero così, e spopolarono, orecchini realizzati con teschi coloratissimi e glitterati, ciondoli e collane fluorescenti e anelli con teschietti circondati da strass.


«Per molti stilisti è, ormai, una costante - spiega Marika Messina, titolare di Queen Boutique, a Palermo -. È una tendenza che continua a resistere e che, anche per l’inverno, sarà proposta. I pezzi più venduti dell'estate sono state le borse, ma sono andate bene anche le t-shirts, le canotte e le scarpe impreziosite da teschietti, soprattutto le sneakers modello Converse». Tendenza che anche Palermo ha recepito con grande trasporto. «Sono state moltissime le richieste - continua Marika Messina - soprattutto da parte di donne dai 18 ai 35 anni. Noi  continueremo   anche in inverno, iniziando dagli stivali modello Ugg con teschi e strass fino alle nuove sneakers in pelle con teschi e pizzo macramè». Indossare i teschi senza sembrare troppo «gotiche» è semplice: basta non esagerare e scegliere un pezzo solo, da mixare al proprio stile. Un accessorio coi teschi è ironico e divertente e, soprattutto, tornerà utile. Perché la skull mania è una moda dura a morire.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati