Ars, salta il taglio dei parlamentari con le dimissioni di Lombardo

L'addio del governatore manda in soffitta la legge, che sarà definitivamente accantonata non appena sarà firmato il decreto che fissa la data delle elezioni

PALERMO. Addio taglio dei parlamentari in Sicilia. La legge varata dall'Assemblea siciliana che prevede la riduzione dei deputati da 90 a 70, approvata in prima lettura in Senato ma ferma alla Camera, non potrà essere esitata nella doppia lettura prima del prossimo gennaio, quando in Sicilia si sarà già insediato il nuovo governo.
Le dimissioni di Raffaele Lombardo, di fatto, mandano in soffitta la legge, che sarà definitivamente accantonata non appena sarà firmato il decreto che fissa la data delle elezioni. La giunta regionale deciderà nelle prossime ore. La data indicata in parlamento da Lombardo é quella del 28 e 29 ottobre, ma non è escluso che si voti qualche settimana prima.
Il numero dei 90 parlamentari è stabilito dallo statuto autonomistico. Per modificare la norma è necessario dunque l'iter di modifica costituzionale con la doppia lettura.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati