Discariche abusive nel Nisseno, quattro denunciati

SAN CATALDO. Un'operazione  di polizia contro lo smaltimento illecito dei rifiuti è stata  compiuta dalla questura di Caltanissetta a San Cataldo e a  Castel di Tusa (Messina), dove ha sede una delle imprese  sottoposte a controllo. I poliziotti hanno effettuato, su delega  dell'autorità giudiziaria, alcuni provvedimenti di sequestro  preventivo e perquisizioni domiciliari a carico dei titolari di  ditte di smaltimento rifiuti pericolosi.     Controllate imprese di costruzioni e movimento terra che  utilizzavano aree dove abusivamente venivano smaltiti terre e  rocce da scavo e sostanze pericolose di vario genere. La  proprietaria di una delle aree sequestrate è familiare del boss  Cataldo Terminio. La polizia ha denunciato quattro persone,  sequestrato terreni, mezzi, attrezzature e documenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati