Nuovo Daspo a Raciti, il legale: "E' accanimento"

CATANIA. «L'ordinanza si configura come un immotivato e illegittimo accanimento nei confronti di un soggetto che non può continuare ad essere punito in perpetuo per l'errore commesso nel febbraio del 2007». Lo scrive l'avvocato Giuseppe Lipera nel ricorso contro la decisione del  Tribunale per i minorenni di Catania che impone per due anni il divieto di accesso a manifestazioni sportive, il Daspo, ad Antonino Speziale, l'ultrà rosso-azzurro condannato a due anni di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale e a otto anni per l'omicidio preterintenzionale dell'ispettore capo di polizia Filippo Raciti, il 2 febbraio del 2007, durante il derby con il Palermo. Il provvedimento è stato comminato come pena accessoria. Il Daspo di cinque anni, che era stato disposto per Speziale, sarebbe scaduto il prossimo 8 agosto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati