All’altare con l’abito rosso Ed ecco la sposa in colore

Il bianco cede il passo ad altre tinte. Spazio pure a rosa, celeste e verde. Sempre più usati abiti con applicazioni di strass e di lustrini

PALERMO. Cambiano i tempi e anche i gusti delle spose. Ed il candido bianco cede il passo a colori più grintosi ed energici. Pastello prima di tutto, ma anche rosso, rosa e verde, quest’ultimo protagonista delle ultime collezioni moda. “Quest’anno le richieste di abiti da sposa colorati sono molto aumentate – spiega Stella Caltabiano, titolare dell’atelier “Primopiano” di Balestrate -. Si va dalle tinte pastello come lilla, celeste, rosa, fino al verde e ai più audaci rossi. Spesso si tratta solo d’inserti colorati che impreziosiscono gli abiti bianchi; altre volte, invece, si cambia completamente stile e colore. Le spose più giovani scelgono spesso abiti colorati, per essere al passo con la moda”. Una scelta per donne di carattere che non vogliono passare inosservate. Lo stile è, ormai, cambiato e le novità si cercano anche in questo campo. Sull’altare si è belle, ma adesso anche alla moda. E non è un caso se, ad oggi, il cavallo di battaglia dell’atelier siano gli abiti realizzati con applicazioni di strass, lustrini e pizzi glitterati. “Il glitter – spiega ancora Caltabiano – è un elemento che, oggi più che mai, è apprezzato. Lo abbiamo visto sulle collezioni d’alta moda che hanno sfilato sulle passerelle più prestigiose e lo vediamo adesso sugli abiti da sposa: brillare è la parola d’ordine. Le scelte, anche in questo caso, cadono sulle tonalità del rosso e del verde”. Ma se si va verso i colori, un must, però, non tramonta mai: l’abito da sogno, realizzato con tulle e organze e tanto, tantissimo pizzo. I vestiti voluminosi, che si espandono tra drappeggi e ricami pregiati, non mancano mai. Come non manca il velo, ridimensionato, ma sempre presente. “Il velo accompagna l’abito nella sua lunghezza – conclude Caltabiano -. Non è più scenografico come una volta, ma non deve mancare mai”.
Un grande ritorno è, certamente, il pizzo, scomparso per qualche tempo dagli abiti da sposa. Pizzo che, come nella moda, torna prepotentemente, con tutta la sua allure da fiaba e che viene utilizzato su abiti dai tagli più diversi, proprio perché questo tipo di tessuto si adatta ad ogni modello e si combina bene con altri tipi di stoffe come organza, satin, tulle e seta. L’elemento in pizzo può essere solo un dettaglio sul collo, sulle braccia o sulla schiena oppure può fare l’intero abito. Per le spose che cercano tagli sobri e semplici, le proposte non mancano. I vestiti sono sempre lunghi, ma seguono la linea del corpo, regalando effetti da abito da sera, niente dettagli di pizzo, ma semplice seta mikado, tessuto naturale che scivola addosso e che brilla come pochi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati