‘Ndrangheta, arrestato il faccendiere Miccichè

REGGIO CALABRIA. E' stato arrestato in Venezuela, dalla polizia locale, il faccendiere calabrese Aldo Micciché, da anni residente del Paese del centro America, ed in contatto con le cosche di 'ndrangheta della Piana di Gioia Tauro. L'arresto di Micciché  - di cui scrive il Quotidiano della Calabria - è stato confermato dalla Dda di Reggio Calabria che negli anni scorsi aveva chiesto nei suoi confronti l'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare nell'ambito dell'inchiesta 'Cent'anni di storià condotta contro la cosca Piromalli. Micciché, originario di Marapoti, un centro poco distante da Gioia Tauro, negli anni '80 e' stato dirigente della Democrazia cristiana. Da anni si era rifugiato in Venezuela. L'uomo, che secondo l'accusa in passato è stato anche in contatto con la banda della Magliana, è stato anche al centro di un'inchiesta della Dda su presunti brogli degli italiani all'estero alle elezioni politiche del 2008 che, secondo l'accusa, avrebbero dovuto portare ad un'attenuazione del regime detentivo del 41 bis che Micciché avrebbe cercato di ottenere mettendosi in contatto con il senatore Marcello Dell'Utri che non è stato indagato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati