Troppi stenografi alla Regione, Ars: "Assessore si sbaglia"

Non si fa attendere la replica dell'assemblea a Vecchio che in giornata aveva puntato il dito contro l'elevato numero di stenografi. "Non ci sono 18 stenografi, ma 10 coadiutori"

PALERMO. All'Assemblea regionale siciliana non ci sono 18 stenografi ma 10 coadiutori parlamentari che  durante i lavori si alternano alla trascrizione: ogni 5 minuti gli stenodattilografi e ogni 30 minuti gli stenografi, come avviene per le sedute di Camera e Senato.
E' quanto precisano all'Ars replicando alle dichiarazioni dell'assessore regionale alle Infrastrutture, Andrea Vecchio. "Subito dopo ciascun turno di ripresa stenografica –spiegano - gli stenodattilografi provvedono all'immediata trascrizione del proprio turno per far ritorno in aula entro i 40 minuti successivi. Analogamente gli stenografi provvedono entro le 2 ore successive alla redazione definitiva del resoconto che, opportunamente revisionato dal coordinamento finale è pubblicato on line sul sito istituzionale dell'Ars, solitamente, entro un'ora dal termine dei lavori".
L'Ars precisa che l'alternanza dei coadiutori durante la seduta, "peraltro comune ad altre realtà parlamentari nazionali, si rende opportuna al fine di garantire tempi di produzione e qualità dei resoconti stenografici, funzionali ad assicurare con tempestività e fedeltà lo svolgimento dei lavori dell'istituzione parlamentare".
Inoltre, "tutto il personale adibito alla resocontazione dei lavori d'aula è impiegato abitualmente in altre attività d'istituto per il funzionamento dell'attività parlamentare, tanto nei servizi amministrativi che in quelli dell'area legislativa", con turni di almeno 38 ore settimanali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati