Tagli alla Regione, il testo di legge si ferma in commissione Finanze

"E' una norma dirompente. Per questo ho voluto parlare con il presidente dell'Ars e con gli uffici", dice il numero uno della commissione Bilancio, Riccardo Savona

PALERMO. In Sicilia spending review in stand by. Il testo di legge presentato dall'assessore all'Economia Gaetano Armao, e che contiene 62 norme tra cui quella che prevede il prepensionamento per 2 mila dei 18 mila dipendenti della Regione siciliana, si è fermato in commissione Finanze dell'Assemblea regionale, che oggi avrebbe dovuto cominciare l'esame. I tagli alla spesa sono inseriti in un emendamento alla manovra di assestamento del bilancio, all'ordine del giorno della commissione parlamentare.
"E' una norma indubbiamente dirompente, per gli effetti che potrebbero scaturirne dall'approvazione - dice il presidente della commissione Bilancio, Riccardo Savona - Consta di 62 commi, in cui sono affrontati contenuti corposi e complessi, per questo motivo ho voluto parlarne con il presidente dell'Assemblea regionale siciliana e con gli uffici". Savona aggiunge: "Abbiamo concordemente deciso che la normativa potrà essere esaminata dalla commissione soltanto dopo e alla luce dell'incontro che si svolgerà domani tra il presidente del Consiglio Mario Monti e il presidente della Regione, Raffaele Lombardo".
"Naturalmente, prima del suo esame in commissione - sottolinea Savona - l'emendamento dovrà necessariamente essere approvato dalla giunta di governo e, provvisto dell'apposita relazione tecnica, che illustri norma per norma, gli effetti finanziari di contenimento della spesa". "Su tali presupposti, con una completa ricalendarizzazione dei lavori d'aula - conclude - la commissione sarà convocata no stop, in modo che la normativa sia approvata dall'aula entro il prossimo 31 luglio".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati