Estorsione e truffa allo Stato, arrestato imprenditore palermitano

Elio Lupo, 35 anni, è accusato di aver "falsamente documentato e rendicontato pagamenti di fatture in realtà mai avvenuti, per incassare ingenti contributi pubblici per la realizzazione di un museo del gioiello antico siciliano e delle arti minori all'interno di Palazzo Castrone"

PALERMO. La guardia di finanza ha arrestato su ordine del gip un imprenditore palermitano di 35 anni, Elio Lupo (titolare della Sala Bingo di via dei Cantieri, a Palermo) per estorsione, appropriazione indebita, truffa aggravata ai danni dello Stato, falso e peculato, sequestrando beni  per oltre 1,5 milioni di euro. Secondo l'accusa l'indagato «aveva falsamente documentato e rendicontato pagamenti di fatture in realtà mai avvenuti, per incassare ingenti contributi pubblici per la realizzazione di un museo del gioiello antico siciliano e delle arti minori all'interno di Palazzo Castrone Santa Ninfa, a Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati