Due Kalashnikov tra le statuette di Padre Pio

Arrestato un intero gruppo familiare di nove persone a Comiso. Le armi e le cartucce erano in un borsone e sono state sequestrate dai carabinieri

COMISO. Due fucili mitagliatori d'assalto Kalashnikov Jager e numerose cartucce sono stati sequestrati dai carabinieri di Ragusa a Comiso. Le armi erano su un caravan in un borsone, assieme a tre statuette di Santo Padre Pio e biancheria di un bambino. Militari dell'Arma hanno sequestrato i mitragliatori e arrestato un intero gruppo familiare di nove persone di Comiso, cinque uomini e quattro donne, per detenzione e trasporto illegale di armi clandestine da guerra e munizioni. Tre bambini che erano con loro sono stati affidato alla tutela del Tribunale per i minorenni. I fucili mitragliatori saranno esaminati da carabinieri del Ris di Messina per stabilire se siano state utilizzate in agguati di mafia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati